verdi del trentino
  scuola di formazione politica e culturale ALEXANDER LANGER
  ANNI ACCADEMICI: 2019-20 2018-19 2017-18 2016-17 2015-16 2014-15 2013-14 2012-13 2011-12 2010-11 2009-10 2008-09 2007-08 2006-07 2006

  torna a precedente    

 HOMEPAGE

  I VERDI
  DEL TRENTINO

  
  CHI SIAMO

  STATUTO

  REGISTRO CONTRIBUTI

  ORGANI E CARICHE

  ASSEMBLEE
  CONFERENZE STAMPA
  RIUNIONI


 ELETTI VERDI

  PROVINCIA DI TRENTO

  COMUNITÀ DI VALLE

  COMUNE DI TRENTO

  ALTRI COMUNI


 ELEZIONI

  STORICO DAL 2001


 ARCHIVIO

  ARTICOLI

  DOSSIER

  CONVEGNI

  INIZIATIVE VERDI

  PROPOSTE VERDI

  BIBLIOTECA

  GALLERIA FOTO

  


anno accademico 2014 / 2015
II sessione: gennaio-giugno 2015

 
Da parte di molti
è avvertita
la mancanza
di occasioni
di formazione
politico-culturale
rispetto ai
principali problemi
del nostro tempo.
I partiti e
i movimenti politici
sono
inevitabilmente
attratti dagli
impegni quotidiani
e spesso dalle
scadenze
elettorali.
Anche per chi
voglia interessarsi
più a fondo
alle vicende
politiche e
istituzionali,
alle questioni
ecologiche,
economiche
e sociali,
alle tematiche
internazionali,
giuridiche ed etiche,
è sempre
più difficile trovare
momenti di
conoscenza e
approfondimento.
Riuscire a
scavare
profondamente
nella complessità
dei problemi,
tentare di
superare i confini
ideologici,
guardare alle
dinamiche e
agli scenari
del futuro
tenendo conto
anche della
storia e della
memoria del
passato,
mettere a
confronto
competenze
scientifiche e
culturali diverse:
questi sono
gli obiettivi
della Scuola di
formazione
politica e culturale
“Alexander Langer”.
Militante politico
e docente,
consigliere regionale
e provinciale,
euro-parlamentare,
eco-pacifista e
autentico umanista,
Alexander Langer
è stato un vero
testimone e profeta
del nostro tempo
ed ha lasciato
una straordinaria
eredità intellettuale,
culturale e politica.
Alla sua figura
è intitolata questa
iniziativa di
formazione politica
e culturale, con
incontri mensili a
carattere seminariale,
aperti a tutte le
persone interessate.
La Scuola Langer
è attiva dal 2006.
Ogni incontro
viene introdotto da
un’ampia relazione
da parte di uno
specialista della
materia, a cui
segue uno spazio
di approfondimento
e discussione con
tutti i partecipanti.

 6. sabato 6 giugno 2015 

RIFORMA COSTITUZIONALE
E NUOVA LEGGE ELETTORALE

La nuova legge elettorale “Italicum” approvata definitivamente.
La riforma costituzionale
del Senato e del Titolo V
ancora “in itinere”.
Cosa cambia? Quali prospettive future?
Quali rischi per la democrazia?

Dopo la sentenza della Corte costituzionale, che ha sancito i punti di incostituzionalità del “Porcellum”, sotto la spinta del Governo Renzi e della ministra Boschi, con l’imposizione di un voto di fiducia e l’”Aventino” delle opposizioni, il Parlamento ha approvato la nuova legge elettorale per la Camera “Italicum”.
Possibile un referendum abrogativo o un nuovo ricorso alla Corte. Intanto, la riforma costituzionale del Senato e del Titolo V è invece tornata all’esame del Senato stesso, con la possibilità di alcune modifiche. Quali i nodi istituzionali, quali i rischi per le autonomie regionali, quali i problemi per il sistema democratico? C’è chi teme una “democratura” ( = democrazia + dittatura): è un timore fondato?

relatore Marco BOATO

Sociologo e giornalista. Ricercatore universitario di Sociologia nella Facoltà di Psicologia dell’Università di Padova fino al 2008. Deputato per cinque legislature, con i radicali, i Verdi e l’Ulivo del Trentino-Alto Adige/Südtirol. Dal 1987 al 1992 senatore di Trento. È stato membro delle Commissioni Affari costituzionali del Senato e della Camera e delle Commissioni bicamerali per le riforme istituzionali “De Mita -Iotti”(1992-1994) e “D’Alema” (1997-1998), nella quale è stato relatore sulla Giustizia e sul “sistema delle garanzie”.


la locandina invito

leggi tutto
in PDF

LE IMMAGINI


 5. sabato 28 marzo 2015 

ALEXANDER LANGER
TESTIMONE E PROFETA DEL NOSTRO TEMPO

A venti anni dalla sua morte volontaria, la figura e l’opera
del padre dell’ecologismo politico
in Trentino-Alto Adige/SÜdtirol
e in Italia

Alexander Langer (1946-1995) è stato la figura più importante e significativa dell’ecologismo politico in Italia e nella dimensione europea e internazionale. “Conversione ecologica”, “convivenza inter-etnica”, “utopie concrete”, bioetica, rapporti Nord-Sud, cooperazione internazionale,  “superamento dei muri”, “costruzione di ponti”, dialogo multietnico e multiculturale, forza della nonviolenza, ruolo dei “corpi civili di pace” rispetto ai conflitti armati, pacifismo non ideologico: sono questi, e molti altri, i temi e gli obiettivi che hanno riempito un’intera vita spesa tra politica e profezia. Dal primo impegno giovanile nel mondo ecclesiale al “dissenso cattolico” del post-Concilio, dai movimenti studenteschi ai gruppi inter-etnici, dalla nuova sinistra degli anni ‘70 alla nascita dell’ecologismo politico negli anni ‘80, dal ruolo di leader politico nel Trentino-Alto Adige/Südtirol alla presenza per due mandati (1989-1995) nel Parlamento europeo e nei più importanti scenari mondiali. Fino alla morte volontaria, il 3 luglio 1995.

relatore Marco BOATO

Sociologo e giornalista. Ricercatore universitario di Sociologia nella Facoltà di Psicologia dell’Università di Padova fino al 2008. Deputato per cinque legislature, con i radicali, i Verdi e l’Ulivo del Trentino-Alto Adige/Südtirol. Dal 1987 al 1992 senatore di Trento. Con Alexander Langer è stato co-fondatore nel 1978 della “Nuova Sinistra-Neue Linke” e, nel dicembre 1982, co-promotore del Convegno internazionale di Trento “Un partito/movimento verde anche in Italia?”, all’origine della nascita del movimento verde a livello nazionale. Co-fondatore della Federazione delle Liste verdi nel 1986 e, dal 1990, della Federazione dei Verdi. Autore di libri e saggi sul movimento del ’68 e sui movimenti collettivi, sulla “questione cattolica”, sulla “questione verde”e sull’ecologia politica. Ha curato il volume “Le parole del commiato” (Trento, 2005), dedicato alla memoria di Alexander Langer, sulla cui figura ha scritto numerosi articoli e interventi. Dal 2006 ha proposto la costituzione e contribuito alle attività della “Scuola Langer”di Trento.

 



la locandina invito


leggi tutto
in PDF


Trento, 28 marzo 2015
BOATO, UNA
LEZIONE PER
L’AMICO LANGER
«PROFETA SCHIACCIATO
DALLE RESPONSABILITÀ»

L’ex deputato:
«Parlava di convivenza
interetnica e la Svp
lo definiva nemico»

dal Corriere del Trentino
di sabato 28 marzo 2015
leggi tutto in PDF


 4. lunedì 23 marzo 2015 
  ore 17 - 19.30  
  T R E N T O  
  Sala Conferenze Fondazione CARITRO  
  via Garibaldi 33  

CITTÀ NELLA NATURA :
OLTRE I PIANI, PER LA QUALITÀ
DEL PROGETTO ECOLOGICO

Esperienze dal Tirolo al Trentino

La relazione affronta la questione teorica e progettuale di un nuovo modo di pensare il rapporto tra città e sistemi naturali. È l’esito di una sperimentazione su un campione di città – prime per la qualità della vita in Italia Trento e Bolzano – dentro il laboratorio di sostenibilità urbana, paesaggistica e ambientale delle Alpi. L’itinerario intreccia centri urbani, spazi pubblici, contesti naturali, infrastrutture e architetture, dal Lago di Garda fino a Innsbruck. E si conclude con un atlante internazionale di progetti “green” e di esperienze didattiche.

introduce Lucia COPPOLA
consigliera comunale a Trento,
co-portavoce dei Verdi del Trentino
INTERVENTO LUCIA COPPOLA

relatore  prof.arch.G.Pino SCAGLIONE
Laboratorio TALL/DICAM – Università di Trento

Architetto e urbanista, docente di Progettazione urbana e del paesaggio nella Facoltà di Ingegneria dell’Università di Trento dal 2007. In precedenza ha insegnato nelle Università di Pescara, di Chieti e della Calabria e all’IUAV di Venezia. Ha tenuto lezioni e seminari in altre Università italiane e straniere (Barcellona, Zurigo, Londra e Innsbruck). Svolge attività di sperimentazione progettuale e consulenza scientifica per Enti pubblici e privati. Dal 2009 ha fondato e diretto la rivista “Monograph.it” su architettura, città e culture urbane. Autore di molti saggi e libri, in Italia e all’estero, in materia di urbanistica, paesaggio ed eco-sostenibilità, e, con I.De Carlo, del “Manifesto per la qualità del progetto sostenibile”.

 



la locandina invito

leggi tutto
in PDF

il relatore prof. Scaglione

LE IMMAGINI

Trento, 24 marzo 2015
SCAGLIONE E LE «CITIES IN NATURE»
«PAESAGGIO COME CONCEZIONE»

dal Corriere del Trentino di martedì 24 marzo 2015
leggi tutto in PDF



 3. sabato 28 febbraio 2015 

LA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO
E LE SUE RISORSE FINANZIARIE

L'evoluzione dei rapporti finanziari
tra Stato e PAT:
accordo di Milano e
patto di garanzia di Roma

Come funziona il sistema di approvvigionamento delle risorse finanziarie della Provincia Autonoma di Trento e su cosa potrà contare nel prossimo futuro? Che cosa sono l'accordo di Milano e il patto di Roma? In che modo la crisi che sta attraversando l'Italia condiziona la gestione della finanza provinciale e quali garanzie può offrire la speciale Autonomia di cui gode per evitare di perdere le sue prerogative? Verranno illustrate le modalità di entrata attraverso le quote delle imposte incassate nel territorio del Trentino e quelle trattate con lo Stato (quota variabile) nel loro sviluppo storico: dal primo al secondo Statuto di autonomia e dall'accordo di Milano al patto di garanzia di Roma. Nel momento in cui una quota rilevante delle imposte non è più trattenuta dalla Provincia, ma destinata al risanamento della finanza statale, come potrà il bilancio provinciale far fronte agli impegni di spesa determinati dalle molte competenze assunte?

relatore Ivano DALMONEGO

IVANO DALMONEGO è laureato in Economia a Venezia (1972), revi- sore ufficiale dei conti (1993), Direttore generale della Provincia autonoma di Trento (PAT) nel 2012-2013. In precedenza: Segretario generale della PAT dal 2009 al 2011 e Dirigente generale del Di- partimento Affari finanziari della PAT (1990-2009). Docente a contratto presso la Facoltà di Economia di Trento dal 1997 al 2005 (dap-prima per il corso “Contabilità degli enti pubblici” e poi per il corso “Programmazione e controllo nelle Amministrazioni pubbliche”). Autore di molti saggi e pubblicazioni, tra cui: La finanza provinciale e locale nel processo di trasformazione del sistema finanziario pubblico; Strumenti di programmazione, bilanci e contabilità in un sistema che cambia; Le competenze di spesa nelle Regioni a Statuto speciale; La finanza provinciale: vantaggi e rischi per l’Autonomia; Le autonomie speciali nel processo di riequilibrio della finanza pubblica.



la locandina invito

leggi tutto
in PDF

 2. giovedì 12 febbraio 2015 
  ore 20.30  
  F O L G A R I A  
 sala Associazioni (sopra la Biblioteca) 
 Via C. Battisti, 28  

lo stemma della SATil logo degli incontri     in collaborazione con la
       S.A.T DI FOLGARIA

         nell'ambito degli incontri
         «LA SAT NE PARLA»

Turismo in Trentino
tra crisi e opportunita'

Qual è lo stato del turismo in Trentino? Quali sono le luci, le ombre e le prospettive di sviluppo di questo importante comparto economico? Con l’Assessore provinciale Michele Dalla Piccola faremo il punto della situazione provinciale e locale

introduce e coordina MICHELE TRAINOTTI

relatore Michele Dalla Piccola

Dottore in Medicina veterinaria ha conseguito la laurea il 31/03/1993, presso l'Università degli Studi di Bologna. Libero professionista dal '93, ha seguito alcune aziende agricole in Valsugana dove si occupava prevalentemente di ginecologia bovina. Oltre a questo svolgeva, in uno studio privato, attività di clinica medica sui piccoli animali. Nella scorsa legislatura in Consiglio provinciale ha svolto gli incarichi di: presidente del gruppo Partito Autonomista Trentino Tirolese nella Conferenza dei presidenti dei Gruppi; componente effettivo della Commissione per i rapporti internazionali e con l'Unione europea; componente effettivo della Quarta, Prima e Terza Commissione permanente. Incarico attuale: Assessore all’agricoltura, foreste, turismo, promozione, caccia e pesca della Provincia Autonoma di Trento.



la locandina invito

leggi tutto
in PDF


 1. sabato 24 gennaio 2015 

IL PENSIERO ECOLOGICO

Dalla visione ecologica del mondo
ad una nuova politica ecologista

Il pensiero ecologico moderno ha ormai una lunga storia, segnata da molti pensatori, scienziati e saggisti che hanno allargato e approfondito l’idea originale di ecologia, nata nella seconda metà dell’Ottocento (E.Haeckel, 1866), non soltanto rispetto al rapporto tra uomo e ambiente, ma anche all’ecologia umana e sociale, all’ecologia della mente e all’ecologia politica. Concetti come ecosistema, biosfera, biodiversità, impronta ecologica, sviluppo sostenibile, valutazione di impatto ambientale e molti altri sono ormai entrati nei paradigmi scientifici, culturali e politici dell’universo ecologista. Dalla nuova consapevolezza ecologica sono nate negli ultimi 50 anni molte associazioni ambientaliste ed ecologiste e, negli ultimi 30 anni, anche i movimenti e partiti politici, che hanno dato vita in Europa e nel resto del mondo ad una nuova politica ecologista.

relatore  Paolo GALLETTI

Agli inizi degli anni Ottanta ha contribuito alla fondazione dell'«Università Popolare di Romagna», una delle prime "Università verdi" italiane. È stato direttore del periodico "La Malalingua" e fondatore del Coordinamento romagnolo ecologico alternativo. Alla fine del decennio è promotore del referendum nazionale contro l'impiego dei fitofarmaci in agricoltura. Tra i fondatori dei Verdi italiani, è stato consigliere regionale dell'Emilia Romagna (1990-94) e deputato per due legislature (1994-2001).Ha fatto approvare leggi regionali per l'agricoltura biologica, la valorizzazione del dialetto e la tutela degli anziani. Alla Camera dei deputati è stato relatore e promotore della legge quadro a favore della mobilità ciclistica e di varie proposte di legge per le medicine non convenzionali. Componente dell'Esecutivo nazionale dei Verdi dal 2001 al 2004, attualmente dirige il periodico "ECO" e si occupa di attività culturali sul territorio.

 



la locandina invito

leggi tutto
in PDF


anno accademico 2014 / 2015
I sessione: settembre-novembre 2014

 

 5. mercoledì 17 dicembre 2014 
  ore 20.30  
  F O L G A R I A  
 sala Associazioni (sopra la Biblioteca) 
 Via C. Battisti, 28 


lo stemma della SATil logo degli incontri     in collaborazione con la
       S.A.T DI FOLGARIA

         nell'ambito degli incontri
      «LA SAT NE PARLA»

Quale sviluppo turistico
negli ambienti naturali?
Le ipotesi del progetto TURNAT

TurNat è un progetto voluto dalla Provincia di Trento per valorizzare la sostenibilità come fattore determinante per la crescita culturale dei territori e strumento di innovazione sociale, ambientale e turistica per l’intero sistema provinciale. L’obiettivo del progetto è quello di porre le basi per collaborazioni continuative e di sistema, dove si riconoscono interessi e benefici condivisi, per costruire un percorso di sostenibilità turistica in Trentino. L’incontro sarà occasione per condividere con i cittadini e le imprese le opportunità offerte dal turismo sostenibile e per presentare i principali orientamenti strategici del sistema delle aree protette.

introduce e coordina MICHELE TRAINOTTI

relatore Paolo Grigolli

Direttore della Scuola di Management del Turismo di TSM-Trentino School of Management, scuola istituita dalla Provincia, dalla Camera di Commercio e dall’Università degli Studi di Trento per contribuire allo sviluppo sociale ed economico mediante l’educazione alla progettualità e all’arricchimento delle competenze. Collabora inoltre con Natourism srl, con l’Associazione BAN Trentino, con OPES FOUND, la Casa Editrice “Il Margine” e altre organizzazioni attive sul mercato nazionale e internazionale.

 


la locandina invito

leggi tutto
in PDF


 4. sabato 29 novembre 2014 

L’INVENZIONE DELLA DEMOCRAZIA
E LA NASCITA DELLA POLITICA.

L’idea di democrazia
nella Atene del V secolo a.C.
e la lezione per l’oggi

L'idea di democrazia nasce nel segno di una profonda contraddizione: mettere insieme il termine ‘popolo’ e il termine ‘potere’ suona in greco come un ossimoro. La democrazia – secondo Socrate – è il principio paradossale per cui nell'arte più difficile e più importante, l'arte del governo, non si richiede alcuna specifica competenza tecnica; e l’Alcibiade di Tucidide definisce il sistema democratico “una riconosciuta follia”. Ma si tratta di una “follia” che coincide con la passione civile che innerva progressivamente di energia la città, consentendo la fioritura della polis. Atene nel V secolo a.C. supera in grandezza e potenza le altre città greche, governate da regimi tradizionali, e da esperienza eccentrica diventerà modello paradigmatico. Nell’attrito interno tra i ‘partiti’ della polis, nel gioco della dialettica, che ha una sua rappresentazione anche nel teatro tragico, sta il segreto dell’efficace e precario equilibrio del vivere politicamente. Cioè – ci insegnano Aristotele e Hannah Arendt – del vivere umano: perché fuori della dimensione politica stanno soltanto le bestie. O gli dei.

relatrice: Monica CENTANNI

Grecista, docente di Fonti greche e latine e Iconologia e tradizione classica all’Università IUAV di Venezia e di Drammaturgia antica all’Università di Catania. Studiosa di teatro classico, di cultura tardo antica (in particolare: il mito di Alessandro; il romanzo ellenistico e il passaggio tra paganesimo e cristianesimo), dei meccanismi di trasmissione della tradizione classica nella storia della cultura. Coordina il Centro studi “ClassicA Iuav” e dirige la Rivista on line Engramma. La tradizione classica nella memoria occidentale www.engramma.it. Tra le sue pubblicazioni: Eschilo. Tutte le tragedie, Mondadori 2003; L’originale assente. Introduzione allo studio della tradizione classica, Bruno Mondadori, 2005; Alessandro il grande, Bruno Mondadori 2005; La nascita della politica: la Costituzione di Atene, Ca’ Foscarina, 2011.


la locandina invito per il 29 novembre

leggi tutto
in PDF



 3. venerdì 31 ottobre 2014 
  ore 20.30  
  F O L G A R I A  
 sala Associazioni (sopra la Biblioteca) 
 Via C. Battisti, 28  

lo stemma della SATil logo degli incontri     in collaborazione con la
       S.A.T DI FOLGARIA

         nell'ambito degli incontri
         «LA SAT NE PARLA»

Evoluzione DEL turismo montano

Come sta cambiando il turismo montano? Cosa cerca il turista? Quali strategie si possono adottare? Umberto Martini presenterà le tendenze del turismo montano, con particolare riferimento ai cambiamenti in atto nei mercati e nella domanda. Saranno discusse le possibili strategie di risposta da parte delle destinazioni montane.

introduce e coordina MICHELE TRAINOTTI

relatore umberto martini

Professore ordinario di Economia e gestione delle imprese presso il Dipartimento di Economia e Management dell’Università di Trento, dove è titolare dei corsi di Marketing del turismo e di Marketing progredito. Dal 1997 si occupa di ricerca sui temi del destination management e del destination marketing. È membro della International Association of Scientific Experts in Tourism (AIEST), Università di San Gallo (CH). Dal 2003 al 2009 è stato direttore del Master of Tourism Management presso Trentino School of Management - TSM, master universitario di primo livello della facoltà di Economia, e responsabile dell'area didattica Destination Management. Sempre nell’ambito della collaborazione con TSM ha seguito progetti formativi e di ricerca intervento in tutto il territorio del Trentino.

 


la locandina invito

leggi tutto
in PDF

Folgaria,
4 novembre 2014
«Il turismo
È cambiato,
basta col
total ski»

da l’Adige di martedì
4 novembre 2014
leggi tutto


 2. sabato 25 ottobre 2014 

LA GRANDE GUERRA
Eroi e poveri diavoli
nella Prima guerra mondiale

Chi sono stati nella vita di tutti i giorni gli “eroi” della Grande Guerra?
Come andarono al fronte, che cosa scrivevano, che cosa hanno lasciato dietro di sé i protagonisti più conosciuti della Prima guerra mondiale? La guerra però non produsse solo “eroi”, ma anche “folli”: 40 mila reclute provenienti dagli orrori del fronte e rinchiuse nei manicomi d’Italia.

relatore PAOLO BROGI

Giornalista, traduttore e scrittore. Come giornalista ha lavorato prima a “Lotta continua” e“Reporter” e poi per dieci anni a “L’Europeo” e per quindici anni al “Corriere della Sera”. Come scrittore ha pubblicato “La lunga notte dei Mille” (2009, Aliberti editore), “Uomini e donne del Sud” (2011, Aliberti) e “Eroi e poveri diavoli della Grande Guerra” (2014, Imprimatur editore), nel centenario dell’inizio della Prima guerra mondiale. Nel 2013 ha realizzato con David Riondino il film “Le pietre di Gramsci”. In campo editoriale ha curato traduzioni dal francese, spagnolo e inglese. Dal 2010 ha avviato online “Brog”, un blog – www.brogi.info - che fornisce informazioni di cronaca, politica e cultura spesso ignorate dai mass media.

 


la locandina invito

leggi tutto
in PDF


 1. sabato 27 settembre 2014 

LA DIVINA COMMEDIA DI DANTE ALIGHIERI
Racconti, commenti,
recitazione a memoria

TONY SARTORI RECITA DANTE

Tony Sartori parlerà della vita e delle vicissitudini
del nostro sommo poeta Dante Alighieri.
I canti numero 4, 10, 19, 24 e 26 della
prima cantica INFERNO 
e il canto numero 33 del PARADISO
saranno raccontati, spiegati ed infine recitati.

Tony Sartori  è nato a New York da famiglia di origine trentina. È laureato in filosofia del linguaggio. Ph.D, alla Columbia University di New York. È stato assistente-insegnante nella stessa Università.  Vive a Trento da diversi anni. Fondatore del Centro di Lingue Moderne - CLM di Trento. È traduttore letterario e insegnante di inglese.
A seguito di un incontro con il grande letterato Vittorio Sermonti, decide di dedicarsi allo studio di Dante.  Il fascino del nostro sommo poeta lo ha indotto a scandagliarne e frugarne la profondità, mandando,per altro, a memoria l’intera Divina Commedia.   Da parte sua i canti della Divina Commedia vengono spiegati, raccontati e recitati a mente, con ispirazione e verso poetico, tali da incantare anche persone non iniziate alla materia.

 


l'invito all'incontro

leggi tutto
in PDF

Alexander Langer

Coordinatore:
Roberto
De Bernardis

tel. 0461 991716
cell. 338 6374793
robertodebernardis
@gpmail.eu

Segretaria:
Emma Di Girolamo
tel. 0461 235753
cell. 339 7601363
emmadigirolamo4
@gmail.com



Sede incontri:
TRENTO
SALA CONFERENZE
della FONDAZIONE
CARITRO
in Via Calepina 1
(dietro al Duomo)

Orario incontri :
ore 15 - 18.30

 

© 2000 - 2020    
VERDI DEL TRENTINO

webdesigner:

m.gabriella pangrazzi
   
torna su