verdi del trentino
    Aldo Pompermaier - attività politica e istituzionale
   

articoli e iinterventi 2010 - 2020

articoli e interventi 2000 - 2009

torna a precedente
   

 HOMEPAGE

  I VERDI
  DEL TRENTINO

  
  CHI SIAMO

  STATUTO

  REGISTRO CONTRIBUTI

  ORGANI E CARICHE

  ASSEMBLEE
  CONFERENZE STAMPA
  RIUNIONI


 ELETTI VERDI

  PROVINCIA DI TRENTO

  COMUNITÀ DI VALLE

  COMUNE DI TRENTO

  ALTRI COMUNI


 ELEZIONI

  STORICO DAL 2001


 ARCHIVIO

  ARTICOLI

  DOSSIER

  CONVEGNI

  INIZIATIVE VERDI

  PROPOSTE VERDI

  BIBLIOTECA

  GALLERIA FOTO

  

      

Trento, 27 gennaio 2010
Nella bolletta più notizie sulla raccolta rifiuti
di Alto Pompemaier, dal Trentino di mercoledì 27 gennaio 2010

 Caro Direttore, oggi ho ricevuto in allegato alla fattura emessa dall’Amnu una loro comunicazione (Amnu informa) con la quale mettono a conoscenza dei cittadini della Valsugana alcune puntualizzazioni: sull’IVA applicata alla tariffa per la gestione dei rifiuti urbani che una sentenza della corte costituzionale ha messo in discussione, sulle prospettive delle tariffe 2010, su alcune novità introdotte in merito alla raccolta degli imballaggi in plastica e del verde giardino e infine sui dati della raccolta differenziata 2009: sull’intero bacino hanno raggiunto il 74%, un risultato decisamente positivo. Amnu nel chiudere la sua nota informativa cita precisamente: “... in teoria non sarebbe impossibile raggiungere l’85% di raccolta differenziata e contribuire pertanto ad allungare la vita delle discariche. Infatti le analisi merceologiche sulle 5500 tonnellate annue di rifiuti residuo che vengono smaltite in discarica corrispondenti a un quarto del rifiuto totale prodotto nel nostro bacino, indicano la presenza di un 40% di rifiuto riciclabile costituito da carta, cartone, organico, vetro... Se ognuno effettuasse una raccolta differenziata precisa si potrebbe raggiungere la quota dell’85% con una produzione di rifiuto residuo talmente bassa da ridurre notevolmente il problema dello smaltimento finale”.

 Poiché i dati a mia conoscenza sul comune di Trento non si discostano molto da quel 40% di residuo ancora riciclabile dopo la raccolta differenziata, mi sembra opportuno insistere affinchè il nostro gestore investa per favorire una comunicazione (Dolomiti Energia informa?) finalizzata a migliorare le conoscenze sulle modalità di raccolta dei rifiuti. Anche le notizie buone provocano entusiasmo e quindi non sarebbe male comunicare i risultati positivi raggiunti fino ad ora in termini non solo di percentuali, ma anche in termini di qualità dei rifiuti conferiti. Per la verità il Servizio Ambiente del comune di Trento pubblica i dati sul suo sito puntualmente ogni mese, ciò nonostante, poiché non si tratterebbe di un grande investimento inserire un foglietto illustrativo nella fattura che, tra l’altro non pregiudica alcun aggravio di costo postale, tale informativa costituirebbe un notevole segno di attenzione verso i cittadini e particolarmente verso coloro che con diligenza e aspettative di smaltimento finale diversi dall’inceneritore si impegnano per un ambiente pulito, senza nessuna ambizione di diventare futuri controllori di polveri e di fumi.

Aldo Pompermaier

 Caro Pompermaier, mi sembra davvero una buona idea. E mi pare anche bello che un ex assessore intervenga con passione su quelle che da fuori possono sembrare cose di poco conto, mentre sono invece cose di sostanza: una fattura in fondo è una sorta di lettera che ci arriva a casa e si potrebbe davvero usare in molti modi. Per comunicare in modo freddo una cifra, ma anche per informare su un problema, per stimolare, per far crescere una coscienza più attenta all’ambiente e comunque più consapevole. Chiediamo subito a Marco Merler e ai vertici di Dolomiti Energia cosa ne pensano. E cogliamo l’occasione per dire a quelli dell’Amnu che hanno avuto davvero un’ottima idea.

       Aldo Pompermaier, presidente dei Verdi del Trentino

ALDO
POMPERMAIER


BIOGRAFIA
E CONTATTI


  
       
© 2000 - 2020    
VERDI DEL TRENTINO

webdesigner:

m.gabriella pangrazzi
   
 

torna su