verdi del trentino
    Aldo Pompermaier - attività politica e istituzionale
   

articoli e iinterventi 2010 - 2020

articoli e interventi 2000 - 2009

torna a precedente
   

 HOMEPAGE

  I VERDI
  DEL TRENTINO

  
  CHI SIAMO

  STATUTO

  REGISTRO CONTRIBUTI

  ORGANI E CARICHE

  ASSEMBLEE
  CONFERENZE STAMPA
  RIUNIONI


 ELETTI VERDI

  PROVINCIA DI TRENTO

  COMUNITÀ DI VALLE

  COMUNE DI TRENTO

  ALTRI COMUNI


 ELEZIONI

  STORICO DAL 2001


 ARCHIVIO

  ARTICOLI

  DOSSIER

  CONVEGNI

  INIZIATIVE VERDI

  PROPOSTE VERDI

  BIBLIOTECA

  GALLERIA FOTO

  

      

Trento, 10 aprile 2011
Pompermaier invita ancora una volta
alla mobilitazione contro l’inceneritore

da l’Adige di domenica 10 aprile 2011

La battaglia contro l’inceneritore è da un decennio il cavallo di battaglia di Aldo Pompermaier. Si era schierato contro l’impianto di Ischia Podetti anche quando invece Marco Boato, che guidava il Sole che Ride, e l’assessore Iva Berasi, avevano sdoganato la scelta di Dellai. Poi il partito aveva cambiato linea e lui aveva promosso un referendum comunale, affossato dal disinteresse dei cittadini e dalle indicazioni al non voto dei leader politici provinciali.

Ora Pompermaier insiste, punzecchiando ancora una volta quegli stessi leader. Il presidente dei Verdi tira in ballo Angela Merkel e il suo cambiamento di rotta sul nucleare dopo la catastrofe di Fukushima. «Qui in Trentino - dice - vi aspettereste che Dellai o Pacher facciano marcia indietro dichiarando che l’inceneritore è rischioso oltre che inutile?» Ma nonostante il muro di gomma invita tutti alla mobilitazione e a essere presenti in massa martedì in consiglio comunale in occasione dell’ennesimo dibattito sull’inceneritore.

       Aldo Pompermaier, presidente dei Verdi del Trentino

ALDO
POMPERMAIER


BIOGRAFIA
E CONTATTI


  
       
© 2000 - 2020    
VERDI DEL TRENTINO

webdesigner:

m.gabriella pangrazzi
   
 

torna su