verdi del trentino
    Aldo Pompermaier - attività politica e istituzionale
   

articoli e iinterventi 2010 - 2020

articoli e interventi 2000 - 2009

torna a precedente
   

 HOMEPAGE

  I VERDI
  DEL TRENTINO

  
  CHI SIAMO

  STATUTO

  REGISTRO CONTRIBUTI

  ORGANI E CARICHE

  ASSEMBLEE
  CONFERENZE STAMPA
  RIUNIONI


 ELETTI VERDI

  PROVINCIA DI TRENTO

  COMUNITÀ DI VALLE

  COMUNE DI TRENTO

  ALTRI COMUNI


 ELEZIONI

  STORICO DAL 2001


 ARCHIVIO

  ARTICOLI

  DOSSIER

  CONVEGNI

  INIZIATIVE VERDI

  PROPOSTE VERDI

  BIBLIOTECA

  GALLERIA FOTO

  

      

Trento, 20 agosto 2006
POMPERMAIER sCETTICO:“PER LA RIDUZIONE OBIETTIVO DEBOLISSIMO"
dal Corriere del Trentino di domenica 20 agosto 2006

L'argomento verrà affrontato probabilmente già domani mattina in giunta. Ma a poche ore dall’approvazione del terzo aggiornamento del piano rifiuti, l’assessore all’ambiente Aldo Pompermaier ha già deciso come si muoverà nelle prossime settimane. «Confronterò le nostre proposte con le decisioni prese da Piazza Dante. L’analisi deve essere complessiva, non limitata a qualche singolo aspetto» osserva l’assessore.

Che però su un punto anticipa già il suo commento: «L’obiettivo di riduzione dei rifiuti, confermato venerdì, è debole. Lo avevamo già detto varie volte». E annuncia: «In questo settore avvieremo uno studio particolare per la città».

Assessore Pompermaier, Piazza Dante ha dato il via libera definitivo al terzo aggiornamento del piano rifiuti. Bocciando la proposta del Comune di produrre cdr. Cosa dice?
«Capisco che la produzione di combustibile da rifiuto vada contro la scelta dell’inceneritore, che la Provincia porta avanti. In ogni caso, nei prossimi giorni analizzerò il documento della giunta Dellai e lo confronterò con le nostre proposte. La riflessione dovrà essere complessiva. Anche se sulla riduzione dei rifiuti il giudizio rimane critico».

Parla dell’obiettivo di decremento della produzione del 3% entro il 2011?
«Sì. Lo avevamo già considerato debole».

E l’inceneritore?
«Credo che la risposta sull’opportunità o meno dell’impianto la daranno i cittadini, in base al loro impegno per dar vita al porta a porta».

Trento aveva chiesto di tener conto dei pendolari. Ma è stata considerata solo la presenza di universitari. È sufficiente?
«Spero che questa previsione non sia rigida. Non si deve dimenticare che la nostra è una città molto complessa».

 

       Aldo Pompermaier, presidente dei Verdi del Trentino

ALDO
POMPERMAIER


BIOGRAFIA
E CONTATTI


  
       
© 2000 - 2020    
VERDI DEL TRENTINO

webdesigner:

m.gabriella pangrazzi
   
 

torna su