verdi del trentino
    Lucia Coppola - attività politica e istituzionale
   

  Legislatura provinciale
2018-2023
attività consiliare

Comune di Trento
dal 2008 al 2018
attività consiliare

articoli
dalla stampa
dal 2014 al 2020

articoli
dalla stampa
dal 2008 al 2013

   
   

torna a precedente

   

 HOMEPAGE

  I VERDI
  DEL TRENTINO

  
  CHI SIAMO

  STATUTO

  REGISTRO CONTRIBUTI

  ORGANI E CARICHE

  ASSEMBLEE
  CONFERENZE STAMPA
  RIUNIONI


 ELETTI VERDI

  PROVINCIA DI TRENTO

  COMUNITÀ DI VALLE

  COMUNE DI TRENTO

  ALTRI COMUNI


 ELEZIONI

  STORICO DAL 2001


 ARCHIVIO

  ARTICOLI

  DOSSIER

  CONVEGNI

  INIZIATIVE VERDI

  PROPOSTE VERDI

  BIBLIOTECA

  GALLERIA FOTO

  

     

Predazzo, 10 aprile 2016
La buona scuola secondo Coppola
Maestra in Fiemme 40 anni fa, ha presentato il suo ultimo libro "CIAO MAESTRA"
dal Trentino di domenica 10 aprile 2016

Lucia Coppola a Predazzo  
 Lucia Coppola ospite della biblioteca comunale di Predazzo

Lucia Coppola, presidente del consiglio comunale di Trento, è tornata a Predazzo l’altra sera, dopo 40 anni, per presentare il libro “Ciao maestra” che ha inaugurato il ciclo di incontri “Apri(le) idee”, promosso dalla biblioteca per gettare, dall’alta val di Fiemme, uno sguardo sul mondo.

A partire proprio dalla “buona scuola”, così recita il sottotitolo, che non è quella di Renzi, ma quella descritta con passione ed affetto da Coppola. Una rentrée emozionante, essendo stata quella la sua prima esperienza di insegnamento lontano da Trento, sua città d’adozione.

L’invito è stato raccolto da una trentina di persone, fra cui molte insegnanti più o meno giovani, più o meno lontane da quella “buona scuola” che negli anni Settanta aveva visto esperienze educative rivoluzionarie, sull’onda del ’68 e del ’77.
C’era anche l’assessore alla cultura Lucio Dellasega che proprio nel ’76 iniziò a lavorare nella segreteria della scuola di Predazzo.

Lucia Coppola, con una punta di commozione, ha ricordato quell’anno intenso trascorso a Predazzo dove, scrive “ho ritrovato il senso del tempo e dello spazio perduti momentaneamente negli anni della lotta politica fra un mercatino rosso e l’occupazione di un parco, dove ho passato una delle più belle primavere della mia vita” e da dove se n’era andata con i propri bambini, aggiunge nel libro, “trattenendo le lacrime che facevano capolino” perché “a ognuno di noi Predazzo aveva regalato qualcosa”.

Ma al di là della nostalgia e della descrizione di una scuola inclusiva ed attenta alle esigenze dei bambini, che molti dei presenti non sono tuttavia riusciti a riconoscere nella propria esperienza né tantomeno nella scuola attuale, si sono levate forti critiche alla scuola di Renzi e di Rossi, in particolare al trilinguismo da gestire senza risorse e senza una giusta preparazione degli insegnanti. La stessa Coppola citando una circolare che proibiva l’uso della miracolosa camomilla per un caso, uno, di intolleranza registrato in Italia, è stata fortemente critica verso la “nuova scuola”, così come la collega consigliera Antonia Romano, con lei a Predazzo.

Prossimo incontro giovedì con “Arabia Svelata… e ritorno a casa” del docente di logica e informatica Alessandro Agostini.

      Lucia Coppola

LUCIA COPPOLA

BIOGRAFIA
E CONTATTI


  

vai alla
pagina dei libri

vedi anche:
Trento,
14 novembre 2013
«Ciao Maestra»:
Coppola racconta
la vita in cattedra

   

© 2000 - 2020
VERDI DEL TRENTINO

webdesigner:

m.gabriella pangrazzi
 
 

torna su