verdi del trentino
    Lucia Coppola - attività politica e istituzionale
   

  Legislatura provinciale
2018-2023
attività consiliare

Comune di Trento
dal 2008 al 2018
attività consiliare

articoli
dalla stampa
dal 2014 al 2020

articoli
dalla stampa
dal 2008 al 2013

   
   

torna a precedente

   

 HOMEPAGE

  I VERDI
  DEL TRENTINO

  
  CHI SIAMO

  STATUTO

  REGISTRO CONTRIBUTI

  ORGANI E CARICHE

  ASSEMBLEE
  CONFERENZE STAMPA
  RIUNIONI


 ELETTI VERDI

  PROVINCIA DI TRENTO

  COMUNITÀ DI VALLE

  COMUNE DI TRENTO

  ALTRI COMUNI


 ELEZIONI

  STORICO DAL 2001


 ARCHIVIO

  ARTICOLI

  DOSSIER

  CONVEGNI

  INIZIATIVE VERDI

  PROPOSTE VERDI

  BIBLIOTECA

  GALLERIA FOTO

  

     



Trento, 14 novembre 2013
«Ciao Maestra»:
Coppola racconta la vita in cattedra

Editoria e scuola: Domani la presentazione del libro dell’ex insegnante:
«I bambini ti mostrano la via giusta»

dal Corriere del Trentino di giovedì 14 novembre 2013

Lucia Coppola ha chiuso il cerchio con un titolo: «Ciao Maestra». Il suo nuovo libro – che domani alle 17.30 sarà presentato da Enrico Franco, direttore del Corriere del Trentino, e dalla docente di scrittura creativa Luciana Grillo alla biblioteca comunale – infatti si chiama così: «Questo era il saluto con cui ogni giorno mi hanno accolto i bambini – racconta l’autrice, nota per l’impegno politico – e nello stesso modo ho salutato la mia professione».

Il racconto della sua storia di insegnante diventa, così, il pretesto per raccontare la storia d’amore per la professione e per i bambini. Due aspetti che finiscono per coincidere. «È inevitabile che sia così. È un lavoro che si deve scegliere giorno dopo giorno, che si deve adattare alle storie personali, cognitive di ogni bambino, alle sue modalità di apprendimento. Ogni età ha esigenze diverse e anche le generazioni cambiano velocemente».

Nella sua voce ci sono ancora passione e un po’ di malinconia. Cosa le manca di più del suo lavoro?
«Mi mancano i bambini, la loro capacità di restituirmi l’equilibrio attraverso l’abilità di riconciliarsi con la vita. E poi mi manca l’ambiente di lavoro, i colleghi, con cui passi molto tempo e creì rapporti di amicizia».

E le responsabilità?
«Tante e grandi, sia fisiche che morali. Ti vengono affidati dei bambini e tu devi prendertene cura, stare attenta che non si facciano male. Ma hai anche la responsabilità della trasmissione del sapere».

Come maestra ha insegnato tanto a tanti bambini. Ma lei cos’ha imparato da loro?
«Che il rapporto deve essere bidirezionale, che se tra loro crei la parità, basta seguirli perché ti mostrano da soli la via giusta, con naturalezza e apertura mentale».

Di tutti i ricordi che ha messo da parte in questi anni ne scelga due, il più brutto e il più bello.
«Il più brutto è certamente quando ho smesso. Quel giorno, mentre lasciavo la scuola per l’ultima volta Alice, la mia bambina speciale, mi ha raggiunto e mi ha detto: «Me l’hai fatta grossa. Mi stai lasciando». Di belli, invece, ne ho davvero tanti: le gite, le confidenze, i momenti in cui ti rendi conto che sei importante per i tuoi allievi pur rimanendo qualcosa di diverso rispetto alla famiglia. Uno su tutti, però, è quando ti rendi conto che hanno imparato a leggere e scrivere».



PRESENTAZIONE DEL LIBRO
"CIAO MAESTRA"
di Lucia Coppola
la locandina dell'evento
venerdì 15 novembre 2013,
ore 17.30
TRENTO - via Roma, 55
Biblioteca Comunale
Sala degli Affreschi

Presentato da
Luciana Grillo e Enrico Franco
letture di
Elena Leveghi

* * *

PRESENTAZIONE DEL LIBRO
"CIAO MAESTRA"
di Lucia Coppola
la locandina per Arco
venerdì 31 gennaio 2013
ore 20.30
ARCO - Via Segantini, 9
Auditorium di Palazzo dei Panni

Presentazione a cura di
Beatrice Carmellini
Letture delle lettrici dell'
Associazione Mnemoteca
del Basso Sarca

 

 

      Lucia Coppola

LUCIA COPPOLA

BIOGRAFIA
E CONTATTI


  

vai alla
pagina dei libri

vedi anche:

Predazzo,
10 aprile 2016
La buona scuola secondo Coppola

   

© 2000 - 2020
VERDI DEL TRENTINO

webdesigner:

m.gabriella pangrazzi
 
 

torna su