verdi del trentino
    d o c u m e n t i
    torna a precedente    

 HOMEPAGE

  I VERDI
  DEL TRENTINO

  
  CHI SIAMO

  STATUTO

  REGISTRO CONTRIBUTI

  ORGANI E CARICHE

  ASSEMBLEE
  CONFERENZE STAMPA
  RIUNIONI


 ELETTI VERDI

  PROVINCIA DI TRENTO

  COMUNITÀ DI VALLE

  COMUNE DI TRENTO

  ALTRI COMUNI


 ELEZIONI

  STORICO DAL 2001


 ARCHIVIO

  ARTICOLI

  DOSSIER

  CONVEGNI

  INIZIATIVE VERDI

  PROPOSTE VERDI

  BIBLIOTECA

  GALLERIA FOTO

  

 

Trento, 8 settembre 2009
IL CONSIGLIO FEDERALE DEI VERDI DEL TRENTINO
contro la realizzazione deLL’INCENERITORE

Documento approvato nella seduta di martedì 8 settembre 2009

I Verdi del Trentino confermano la loro contrarietà alla realizzazione di un inceneritore, ritenendo prioritaria la strategia che punta al massimo contenimento della produzione dei rifiuti, al massimo rafforzamento della raccolta differenziata e alla valorizzazione del riciclo e del riuso.

I Verdi sono consapevoli che nella maggioranza di governo della città di Trento e della Provincia sono finora prevalse le posizioni favorevoli alla realizzazione dell’inceneritore, anche se col passare degli anni la dimensione ipotizzata è stata drasticamente ridimensionata (da oltre trecentomila tonnellate a circa centomila) proprio grazie all’impegno costante dei Verdi e degli ecologisti per l’implementazione della raccolta differenziata e per la riduzione della produzione dei rifiuti.

Sotto questo profilo i Verdi si sono battuti perché nel programma comunale di Trento fosse inserita (come è stato fatto) la richiesta di un aggiornamento del Piano provinciale dei rifiuti (l’ultimo risale alla metà del 2006), mentre negli ultimi anni – anche grazie all’impegno politico e amministrativo dei Verdi – la raccolta differenziata ha dimostrato – se perseguita con determinazione, coerenza e coinvolgimento attivo dei cittadini – di poter raggiungere obbiettivi sempre più avanzati, in particolare con la progressiva estensione del metodo “porta a porta”.

I Verdi ritengono dunque un grave errore arrivare a realizzare l’inceneritore, a partire dal bando di concorso, prima che l’aggiornamento del Piano provinciale dei rifiuti sia stato affrontato.

I Verdi sono consapevoli di non avere attualmente una quota di consenso tale da poter far prevalere la propria posizione all’interno sia della maggioranza comunale di Trento sia della maggioranza provinciale, tanto più dopo la loro pretestuosa estromissione dalle due giunte.

Ma i Verdi continueranno comunque la loro battaglia politica, culturale e amministrativa, che hanno cominciato quando nella maggior parte delle altre forze politiche prevaleva lo scetticismo sui risultati possibili della raccolta differenziata e della strategia di riduzione dei rifiuti.

Questo impegno continuerà con determinazione anche per tutte le tappe successive, tanto più che la maggior parte dei cittadini trentini ha dimostrato, con i propri comportamenti concreti e quotidiani, di aver maturato una consapevolezza ecologica più avanzata della maggior parte delle forze politiche, troppo spesso incapaci di progettare un futuro sostenibile anche in materia di rifiuti.

Il Consiglio federale dei Verdi del Trentino

Consiglio federale
dei Verdi
del Trentino

documento approvato
nella riunione
dell' 8 settembre 2009

vedi anche
la pagina degli
incontri istituzionali

 

 © 2000 - 2020    
VERDI DEL TRENTINO

webdesigner:

m.gabriella pangrazzi

 

torna su