verdi del trentino
    Lucia Coppola - attività politica e istituzionale
   

  Legislatura provinciale
2018-2023
attività consiliare

Comune di Trento
dal 2008 al 2018
attività consiliare

articoli
dalla stampa
dal 2014 al 2020

articoli
dalla stampa
dal 2008 al 2013

   
   

torna a precedente

   

 HOMEPAGE

  I VERDI
  DEL TRENTINO

  
  CHI SIAMO

  STATUTO

  REGISTRO CONTRIBUTI

  ORGANI E CARICHE

  ASSEMBLEE
  CONFERENZE STAMPA
  RIUNIONI


 ELETTI VERDI

  PROVINCIA DI TRENTO

  COMUNITÀ DI VALLE

  COMUNE DI TRENTO

  ALTRI COMUNI


 ELEZIONI

  STORICO DAL 2001


 ARCHIVIO

  ARTICOLI

  DOSSIER

  CONVEGNI

  INIZIATIVE VERDI

  PROPOSTE VERDI

  BIBLIOTECA

  GALLERIA FOTO

  

     



Trento, 9 dicembre 2019
CONTRIBUTI PER L’ACQUISTO DI E-BIKE ANCHE AI PRIVATI
Interrogazione a risposta scritta
presentata da Lucia Coppola, consigliera provinciale di FUTURA

La delibera n. 1987 del 6 dicembre scorso ha approvato i nuovi criteri attuativi, di cui all’articolo 14, comma 2, lettere e) e f) della Lp sull’energia n. 20/2012, concernenti la realizzazione di iniziative innovative mediante l’incentivazione di progetti di mobilità sostenibile negli spostamenti casa lavoro con biciclette a pedalata assistita denominate e-bike.

Possono beneficiare degli interventi le imprese, consorzi di imprese, reti d’impresa con soggettività giuridica, enti e associazioni per le attività di impresa (esclusi i soggetti esterni di cui all’art. 33, comma 1., della Legge provinciale 16 giugno 2006, n. 3), nonché le associazioni di categoria aderenti a Confederazioni presenti all’interno del C.N.E.L., aventi sede legale o operativa in Provincia di Trento e che abbiano almeno, al momento della domanda, 5 dipendenti e sottoscritto il patto con la Provincia.

Per la concessione degli aiuti previsti dai presenti criteri il soggetto richiedente deve essere iscritto nel Registro delle imprese di Trento o nel Repertorio economico amministrativo (R.E.A.) tenuto dalla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Trento, oppure essere in possesso di partita Iva qualora non tenute dall'ordinamento all'iscrizione nel Registro delle imprese; non deve inoltre avere in corso procedure concorsuali.

I contributi sono determinati nella misura del 50 per cento della spesa ammissibile, fino ad un massimo di 1.000 euro di contributo per e-bike.

Il contributo totale massimo per ogni domanda è pari a 50.000 euro.

La Provincia di Trento investe quindi nella mobilità sostenibile, incentivando l’acquisto di biciclette elettriche e auto elettriche o ibride e pur avendo avanzato risorse in bilancio, a causa di non cospicue domande di concessione contributo, con l’attuale finanziaria rilancia l’offerta finanziaria aumentandola nella speranza di un incremento di acquisti di veicoli puliti.

Non si comprende quindi perché i contributi per l’acquisto di e-bike siano concessi solo alle imprese e ai soggetti sopra riportati e non anche ai privati.

La direttiva 2014/94/UE del 22 ottobre 2014 afferma che l’utilizzo dell’elettricità come combustibile alternativo può aumentare l’efficienza dei veicoli stradali, contribuire a diminuire le emissioni di CO2 ed al miglioramento della qualità dell’aria, oltre a determinare una riduzione dell’inquinamento acustico.

Ecco quindi che si reputa necessario, visto i fondi cospicui messi a disposizione, di incentivare anche l’uso delle e-bike per i privati.

Tutto ciò premesso

si interroga il presidente della provincia di Trento e l’assessore competente per sapere:

se ritengano opportuno, visti i cospicui fondi a disposizione, di aprire le agevolazioni anche ai privati, contribuendo così al raggiungimento dell’obiettivo di una sempre più ampia mobilità sostenibile.

 

      Lucia Coppola

LUCIA COPPOLA

BIOGRAFIA
E CONTATTI


  
   

© 2000 - 2020
VERDI DEL TRENTINO

webdesigner:

m.gabriella pangrazzi
 
 

torna su