verdi del trentino
    Lucia Coppola - attività politica e istituzionale
   

  Legislatura provinciale
2018-2023
attività consiliare

Comune di Trento
dal 2008 al 2018
attività consiliare

articoli
dalla stampa
dal 2014 al 2020

articoli
dalla stampa
dal 2008 al 2013

   
   

torna a precedente

   

 HOMEPAGE

  I VERDI
  DEL TRENTINO

  
  CHI SIAMO

  STATUTO

  REGISTRO CONTRIBUTI

  ORGANI E CARICHE

  ASSEMBLEE
  CONFERENZE STAMPA
  RIUNIONI


 ELETTI VERDI

  PROVINCIA DI TRENTO

  COMUNITÀ DI VALLE

  COMUNE DI TRENTO

  ALTRI COMUNI


 ELEZIONI

  STORICO DAL 2001


 ARCHIVIO

  ARTICOLI

  DOSSIER

  CONVEGNI

  INIZIATIVE VERDI

  PROPOSTE VERDI

  BIBLIOTECA

  GALLERIA FOTO

  

     



Trento, 3 gennaio 2020
MANTENIMENTO DEL SERVIZIO AMBULATORIALE PEDIATRICO
PER LA CIRCOSCRIZIONE ARGENTARIO

Interrogazione a risposta scritta
presentata da Lucia Coppola, consigliera provinciale di FUTURA

Il 31 dicembre 2019 è andato in pensione il pediatra dott. Saverio Mirabassi, responsabile dell’ambulatorio pediatrico di Cognola, sul quale convergono circa 900 bambini di Cognola, Martignano e San Donà, che ora dovranno trovare un nuovo pediatra di riferimento.

Un gran numero di piccoli pazienti che il dott. Mirabassi ha seguito con perizia e disponibilità, pur nella grande difficoltà di gestire questi grandi numeri.

A dicembre 2019 un gruppo di genitori si è fatto promotore di una raccolta di firme per chiedere di mantenere aperto l’ambulatorio pediatrico di Cognola, prevedendo un potenziamento dei pediatri.

L’azienda sanitaria fa sapere che ci sono circa 1500 posti disponibili presso altri pediatri in città e sobborghi, ma si può comprendere facilmente il disagio di circa 900 famiglie che dovranno usare i mezzi privati o pubblici per ottenere un servizio indispensabile che potrebbe essere garantito in loco.

L'assessora alla salute Segnana avrebbe comunicato di aver trovato due pediatre disponibili a fare ambulatorio a Cognola per una mezza giornata cadauna, a condizione di non pagare l’affitto dell’ambulatorio.

Si comprende facilmente che, se il Comune trovasse l’accordo con le pediatre in questione, il numero di pazienti che potrebbero seguire sarebbe decisamente irrisorio e non risolverebbe quindi il problema.

Da una Giunta che fa, almeno a parole, del sostegno alle famiglie e alla natalità una bandiera, ci si aspetta una rapida soluzione del caso e una risposta risolutiva e soddisfacente a 900 famiglie che chiedono solo di poter avere un medico pediatra di riferimento nella loro Circoscrizione.

Tutto ciò premesso

interrogo il presidente della Giunta provinciale e l’assessora competente per sapere:

– se convengano che il sostegno ai servizi alle famiglie sia fondamentale in una società civile;

– se nei piani dell’APSS vi sia la volontà di mantenere aperti i servizi ambulatoriali di prossimità;

– se non ritengano che la proposta delle due pediatre a copertura del servizio per poche ore la settimana a Cognola risolverebbe il problema in maniera assolutamente marginale e non esaustiva;

– se concordano sul fatto che sarebbe un grande disagio, per 900 famiglie, spostarsi verso il centro città, con tutte le difficoltà causate dal traffico e dalla ricerca e pagamento di parcheggi, per far visitare i propri figli da un pediatra quando è presente un ambulatorio a Cognola;

– come intendano rispondere alle richieste delle tante famiglie dell’ Argentario che chiedono la garanzia della copertura ambulatoriale pediatrica a Cognola.

 

      Lucia Coppola

LUCIA COPPOLA

BIOGRAFIA
E CONTATTI


  
   

© 2000 - 2020
VERDI DEL TRENTINO

webdesigner:

m.gabriella pangrazzi
 
 

torna su