verdi del trentino
    Lucia Coppola - attività politica e istituzionale
   

  Legislatura provinciale
2018-2023
attività consiliare

Comune di Trento
dal 2008 al 2018
attività consiliare

articoli
dalla stampa
dal 2014 al 2020

articoli
dalla stampa
dal 2008 al 2013

   
   

torna a precedente

   

 HOMEPAGE

  I VERDI
  DEL TRENTINO

  
  CHI SIAMO

  STATUTO

  REGISTRO CONTRIBUTI

  ORGANI E CARICHE

  ASSEMBLEE
  CONFERENZE STAMPA
  RIUNIONI


 ELETTI VERDI

  PROVINCIA DI TRENTO

  COMUNITÀ DI VALLE

  COMUNE DI TRENTO

  ALTRI COMUNI


 ELEZIONI

  STORICO DAL 2001


 ARCHIVIO

  ARTICOLI

  DOSSIER

  CONVEGNI

  INIZIATIVE VERDI

  PROPOSTE VERDI

  BIBLIOTECA

  GALLERIA FOTO

  

     

Trento, 30 giugno 2018
IL PROGETTO CONTESTATO
«Piazza Mostra, salviamo gli alberi»
Lucia Coppola, consigliera dei Verdi,
interviene sul progetto di riqualificazione e boccia l’eliminazione dei Ginko Biloba

dal Trentino di sabato 30 giugno 2018

il verde contestato


In questa veduta dall’alto si vede con chiarezza
la ricchezza del verde lungo via Clesio
e che sparirebbe

E dopo gli aspetti architettonici del nuovo progetto di piazza della Mostra ecco che esplodono le polemiche anche per il verde della piazza. Tanto che la presidente del consiglio comunaleLucia Coppola, in veste di semplice consigliera dei Verdi, va all’attacco con un’interrogazione e apre la «questione alberi» anche a Trento: «Salviamo quelli di piazza Mostra».

Non solo gli aspetti architettonici, ma anche quelli legati al verde della piazza sono da bocciare. Continua il dibattito sulla riqualificazione di piazza della Mostra e sulla validità o meno del progetto che ha vinto il concorso di idee. Da registrare oggi è l’intervento di Lucia Coppola che, pur presidente del consiglio comunale e parte della maggioranza, come consigliera dei Verdi scrive un’interrogazione a proposito del progetto che disegna piazza della Mostra e l’accesso al Castello del Buonconsiglio futuri.

Lucia Coppola interroga appunto il sindaco Andreatta, gli assessori competenti per i lavori pubblici e per l’ambiente Italo Gilmozzi e Andrea Robol, nonché il presidente della commissione ambiente Gianni Festini Brosa affrontando un altro elemento critico contenuto nel progetto dell’architetto Michele Andreatta. Si tratta di come viene ripensato il verde ed in particolare il filare di Ginko Biloba che delimita via Clesio in continuità con quelli davanti alle scuole Sanzio.

Scrive Lucia Coppola: «Il Bando del Comune di Trento per il progetto di riqualificazione di Piazza Mostra è stato vinto dall'architetto Michele Andreatta che, nell'ambito della sua proposta, messa recentemente in discussione in particolare da Italia Nostra, prevede la completa rimozione degli alberi, attualmente presenti dalle Scuole Sanzio alla ex Questura».

Premesso che «la presenza degli alberi in quella piazza è storicamente dimostrata e costituisce un elemento fondativo di quel paesaggio urbano e che l'attuale conformazione della città, centro storico e periferie, necessita sempre più di una conservazione accurata del patrimonio arboreo esistente, costituente elemento di bellezza, importante corridoio vegetale per il passaggio e la sosta degli animali che popolano la città», la consigliera chiede al sindaco, agli assessori e alla commissione ambiente di operare le opportune modifiche del progetto.

Aggiunge inoltre che se la popolazione fosse stata consultata, di sicuro si schiererebbe dalla parte della salvezza di queste piante. Il fatto che nel progetto vincitore si prevedono delle piante più rade di quelle attuali, pare sia una scelta apprezzata dalla giuria del concorso (formata da un dirigente del Comune e da rappresentanti del castello del Buonconsiglio, della Soprintendenza per i beni artistici e degli ordini professionali) che anzi commenta come «la vegetazione più bassa è funzionale al nuovo progetto e valorizza le vista dalla piazza».

A proposito di altri progetti, si apprezza «l’inserimento di specie arbustive a basso livello manutentivo, adatte a relazionarsi al contesto storico di pregio». Pare di capire che sono stati gli stessi commissari a valutare positivamente chi ha optato per gli arbusti da piazzare un fioriere di cemento, piuttosto che lasciare il filare che risale agli anni Trenta del secolo scorso.

      Lucia Coppola

LUCIA COPPOLA

BIOGRAFIA
E CONTATTI


  
   

© 2000 - 2020
VERDI DEL TRENTINO

webdesigner:

m.gabriella pangrazzi
 
 

torna su