verdi del trentino
    Lucia Coppola - attività politica e istituzionale
   

  Legislatura provinciale
2018-2023
attività consiliare

Comune di Trento
dal 2008 al 2018
attività consiliare

articoli
dalla stampa
dal 2014 al 2020

articoli
dalla stampa
dal 2008 al 2013

   
   

torna a precedente

   

 HOMEPAGE

  I VERDI
  DEL TRENTINO

  
  CHI SIAMO

  STATUTO

  REGISTRO CONTRIBUTI

  ORGANI E CARICHE

  ASSEMBLEE
  CONFERENZE STAMPA
  RIUNIONI


 ELETTI VERDI

  PROVINCIA DI TRENTO

  COMUNITÀ DI VALLE

  COMUNE DI TRENTO

  ALTRI COMUNI


 ELEZIONI

  STORICO DAL 2001


 ARCHIVIO

  ARTICOLI

  DOSSIER

  CONVEGNI

  INIZIATIVE VERDI

  PROPOSTE VERDI

  BIBLIOTECA

  GALLERIA FOTO

  

     

Trento, 22 novembre 2011
PerchÉ si È deciso di sospendere l'analisi energetica negli edifici privati?
Domanda di attualità presentata da
Lucia Coppola, Delegata alle Energie Rinnovabili
Consigliere comunale dei Verdi e democratici per Trento

All'attenzione del Signor Sindaco Alessandro Andreatta
e del Presidente del Consiglio Comunale Signor Renato Pegoretti

Nella passata legislatura era stata avviata da parte dell'Assessorato all'Ambiente un'azione di grande valore simbolico, ma soprattutto di concretezza fattuale, che andava a incidere sui comportamenti individuali in tema di risparmio e di efficienza energetica. L'iniziativa, che aveva riscosso pieno successo e condivisione, era stata avviata in relazione al Progetto di Formazione del Piano Energetico Comunale, di cui attualmente è andata persa la memoria.

Si trattava, nella fattispecie, e preme parlarne al passato,  di un' analisi energetica sul funzionamento delle caldaie di privati cittadini, case singole o condomini, effettuata con zelo e passione dai tecnici comunali del Servizio Ambiente; l'obiettivo era quello di monitorare  a campione lo stato degli impianti di riscaldamento per consigliare al meglio l'utenza. Ne sono conseguiti alcuni importanti interventi innovativi, tesi a migliorare l'efficienza degli impianti, diminuendo i consumi energetici e  riducendo le emissioni di CO2 in atmosfera.

Il nemico giurato dei nostri inverni è infatti l'inquinamento da polveri sottili ed è noto quanto conti utilizzare impianti di riscaldamento moderni ed efficienti.

Stante il fatto che queste apprezzate azioni del nostro Comune si collegavano col Protocollo, approvato in Consiglio Comunale, “Trento per Kyoto”, tuttora molto attuale, mi chiedo per quale ragione si debba considerare conclusa l'esperienza che, anche a livello di normativa nazionale, non ha affatto carattere transitorio e a termine.

L'emergenza ambientale non è certo conclusa, anzi!, e gli obiettivi ambiziosi che l'Europa ci assegna, anche nel breve periodo, rendono necessarie un ruolo attivo da parte dei Comuni, tale da favorire buone pratiche energetiche che incidano anche sui comportamenti individuali. Negli anni, il lavoro dei tecnici ha riguardato oltre 80 edifici (solo 3 purtroppo nel 2010, e mi chiedo perché), che hanno indotto a modifiche migliorative, tese anche al risparmio economico delle famiglie oltre che a quello energetico, che ha comunque una ricaduta sulla collettività.

Ciò premesso, chiedo perciò se corrisponde al vero  la sospensione di questo servizio ai cittadini, particolarmente qualificante per il nostro Comune.

Se così fosse, auspico che il signor Sindaco e l'Assessore all'Ambiente  si impegnino a ripristinarlo anche per i prossimi anni.

Lucia Coppola
Consigliere Delegata alle Energie Rinnovabili

 

      Lucia Coppola

LUCIA COPPOLA

BIOGRAFIA
E CONTATTI


  
   

© 2000 - 2020
VERDI DEL TRENTINO

webdesigner:

m.gabriella pangrazzi
 
 

torna su