verdi del trentino
    Lucia Coppola - attività politica e istituzionale
   

  Legislatura provinciale
2018-2023
attività consiliare

Comune di Trento
dal 2008 al 2018
attività consiliare

articoli
dalla stampa
dal 2014 al 2020

articoli
dalla stampa
dal 2008 al 2013

   
   

torna a precedente

   

 HOMEPAGE

  I VERDI
  DEL TRENTINO

  
  CHI SIAMO

  STATUTO

  REGISTRO CONTRIBUTI

  ORGANI E CARICHE

  ASSEMBLEE
  CONFERENZE STAMPA
  RIUNIONI


 ELETTI VERDI

  PROVINCIA DI TRENTO

  COMUNITÀ DI VALLE

  COMUNE DI TRENTO

  ALTRI COMUNI


 ELEZIONI

  STORICO DAL 2001


 ARCHIVIO

  ARTICOLI

  DOSSIER

  CONVEGNI

  INIZIATIVE VERDI

  PROPOSTE VERDI

  BIBLIOTECA

  GALLERIA FOTO

  

     

Trento, 24 settembre 2009
Raccolta differenziata e inceneritore
Ordine del giorno presentato da Lucia Coppola dei Verdi e democratici per Trento,
Giovanna Giugni di Italia dei Valori e Dario Maestranzi dei Leali

Premesso che:

Sono iniziate le procedure per il bando di gara di un inceneritore da collocare in località Ischia Podetti, a Trento,

che la raccolta differenziata “porta a porta” nel Comune di Trento, nelle Circoscrizioni dove la si sta effettuando, ha raggiunto risultati insperati, con percentuali che vanno dal 67 al 73 %, ponendo le basi per uno sforzo ulteriore da parte dei cittadini e della amministrazione in grado di rendere inutile la costruzione di un costoso e impattante inceneritore,

che tale raccolta entro la prossima primavera verrà estesa a tutta  la città  e che dunque i dati attuali sono ancora parziali,

che allo stato attuale non esistono garanzie sufficienti che la tutela della salute dei cittadini di Trento sia effettivamente garantita, stante la previsione piuttosto alta nei fumi di diossine e metalli pesanti, ossidi di azoto e polveri fini,

che non esiste un’ipotesi certa circa lo smaltimento delle ceneri e delle scorie, dei filtri considerati residui pericolosi (25-30mila tonnellate l’anno),

che esistono tecniche diverse dall’incenerimento in grado di ridurre al minimo la quantità di residuo indifferenziato, già sperimentate da altri comuni italiani,

che esistono criteri di priorità nello smaltimento dei rifiuti, sanciti in termine di  legge, (D.L 16 gennaio 2008, n.4) al fine di individuare misure tese al recupero dei rifiuti mediante riutilizzo e riciclo, considerati prioritari rispetto all’uso di rifiuti come fonte di energia (combustione),

che il Consiglio Comunale di Trento aveva previsto in un O.d.G. (04-10-2008) di richiedere alla Provincia un Quarto Piano di Aggiornamento Rifiuti

tutto ciò premesso

il Consiglio Comunale impegna la Giunta

ad attendere, prima di pubblicare il bando per la progettazione e la realizzazione di un impianto di incenerimento in località Ischia Podetti, di conoscere gli esiti del Quarto  Aggiornamento  del Piano Rifiuti provinciale e l’ effettiva percentuale di rifiuti differenziati sul territorio comunale in seguito all’estensione della raccolta  “porta a porta” e della tariffa puntuale sulla base del residuo conferito.

Lucia Coppola, Verdi e democratici per Trento
Giovanna Giugni, Italia dei Valori
Dario Maestranzi, Leali

 

      Lucia Coppola

LUCIA COPPOLA

BIOGRAFIA
E CONTATTI


  
   

© 2000 - 2020
VERDI DEL TRENTINO

webdesigner:

m.gabriella pangrazzi
 
 

torna su